• Fai click sull'immagine per partecipare

Il 21 di Settembre si terrà alla Fondazione l'incontro fra i Grandi Maestri di scacchi Vladimir Dobrov e Valeriy Nevyerov

Scacchi e arbitrato

Grandi Maestri a confronto

 

"La partita a scacchi non finisce con una vincita o con una perdita. Finisce quando i pezzi bianchi e quelli neri vengono tolti dalla scacchiera e rimessi nella scatola. Rimane allora qualcosa di diverso dalla vittoria o dalla sconfitta, rimane il ricordo di una trama che è stata tessuta, di una melodia che è stata suonata". Ernst Jünger, come sanno fare qualche volta i filosofi, è riuscito a sintetizzare in poche righe il senso di un gioco basato su norme che garantiscono l'onorabilità del confronto e soprattutto la disponibilità ad accettare un arbitrato esterno basato su regole certe.

Dall'alba della civiltà i pezzi di colore bianco e nero evocano un dualismo franco, mai fisicamente violento e sempre improntato alla lealtà. Come se i Curiazi giocassero da un lato della scacchiera e gli Orazi dall'altro, accettando che qualcuno che non appartiene alle due famiglie controlli se le mosse che eseguono sono legali. Una grande metafora della diplomazia, del tentativo di risolvere all'interno di un quadro di norme condivise qualsiasi tipo di conflitto.

Per questo invitando il 21 settembre sul Colle di Miravalle il Grande maestro russo  Vladimir Dobrov e il Grande maestro ucraino Valeriy Nevyerov, che non sono legati politicamente ad attivisti e non hanno rilasciato dichiarazioni sul conflitto in corso tra i loro due paesi, la Fondazione Opera Campana dei Caduti intende simboleggiare la possibilità di risolvere i contenziosi in maniera pacifica e, soprattutto, grazie all'accettazione di regole verificate da un arbitro esterno: come avviene in diplomazia nei processi di arbitrato.

Ma nella diplomazia, come nello sport, a fare la differenza è il livello di coloro che si confrontano. Il vertice mondiale nel gioco degli scacchi è rappresentato dalla comunità dei Grandi maestri, l'eccellenza della disciplina. Un club molto esclusivo, al quale sono ammessi solo  lo 0,02 per cento dei giocatori attualmente in attività agonistica. La ristrettissima cerchia di campioni trova il suo ancoraggio storico in una decisione dello zar Nicola II di Russia, che nel 1914 conferì formalmente per la prima volta il titolo di Grande maestro ai cinque giocatori finalisti quell'anno del grande torneo di San Pietroburgo. Fin dalla sua nascita il riconoscimento è stato inteso come simbolo di unione tra i popoli, per questo lo zar non lo  assegnò, come avrebbe potuto, solo a suoi connazionali, ma scelse Emanuel Lasker, José Raúl Capablanca, Aleksandr Aleksandrovič Alechin, Siegbert Tarrasch e Frank James Marshall, giocatori provenienti paesi diversi e lontani tra loro.

Invitando a salire al Colle di Miravalle il 21 settembre i due Grandi maestri, uno russo e uno ucraino, la Fondazione Opera Campana dei Caduti regala agli appassionati un'occasione unica per  vedere all'opera due campioni assoluti, uniti dalla volontà di testimoniare la necessità di non abbandonare mai la via maestra del dialogo, anche tra i loro paesi che attualmente  vivono una grave crisi bilaterale.

Sul piano strettamente sportivo Vladimir Dobrov e Valeriy Nevyerov, e si affronteranno in un match di partite  blitz (10 minuti di riflessione per ciascun giocatore per l'intera partita) al termine del quale verrà assegnato un riconoscimento simbolico al vincitore. I due campioni offriranno inoltre la possibilità agli scacchisti del territorio trentino e a chiunque volesse raggiungere il Colle di Miravalle per l'occasione di confrontarsi con loro in una sfida “simultanea” durante la quale ognuno dei Grandi maestri affronterà contemporaneamente almeno venti sfidanti scelti tra quanti si iscriveranno all'evento.

Il Maestro Fide Aldo Rossi, coordinerà la sfida, commenterà in diretta le partite e realizzerà un volume digitale contenente le più interessanti partite giocate nella simultanea e tutte le sfide del match tra i Grandi maestri analizzate mossa per mossa. In questo modo chiunque conosca il gioco, anche a un livello elementare, potrà comprendere quello che sta avvenendo sulla tastiera e quale è la reale profondità di pensiero che anima ogni decisione. Il consiglio è quello di tenere le orecchie bene aperte, perché come diceva Vladimir Nabokov "nel gioco degli scacchi le combinazioni sono simili a delle melodie. Sembra di sentire la musica delle varie mosse".

Articolo a cura di Marcello Filotei

PROGRAMMA DELLA MANIFESTAZIONE:

Data: 21 settembre 2017  

Ore 11:00

Conferenza stampa – illustrazione del progetto - presentazione del Grande Maestro Vladimir Dobrov  e del Grande Maestro Valeriy Nevyerov - Autorità

 

Ore 17:00

I Grandi Maestri si esibiranno in una simultanea su 40 scacchiere complessive. Affronteranno  ognuno 20 diversi avversari.

 

Ore 20:00

Il Grandi Maestri Dobrov e Nevyerov si affronteranno in un match di 8 partite blitz (5 minuti di riflessione per ciascun giocatore per l'intera partita).

 

 

 

 

 

 

Orari e Info

FONDAZIONE OPERA CAMPANA DEI CADUTI

Colle di Miravalle - 38068 Rovereto
Telefono: (0039) 0464.434412 - (0039) 0464.434394
Fax:(0039) 0464.434084
E-mail: info@fondazioneoperacampana.it

Orario di visita continuato tutti i giorni:

Da novembre a febbraio: 9.00 - 16.30
Marzo e ottobre: 9.00 - 18.00
Da aprile a settembre: 9.00 - 19.00
Pasqua e Pasquetta aperto

Apertura serale: da venerdi 16 giugno a venerdi 15 settembre per assistere al suono:  21.00-22.00

25 dicembre e 1 gennaio la Campana è chiusa al pubblico. Nei mesi invernali, in caso di condizioni meteo particolarmente avverse, telefonare per verificare l'apertura del museo.

Ultimo biglietto d'entrata mezz'ora prima della chiusura.

La Campana suona ogni giorno:

alle ore 21.30 con ora legale, alle 20.30 con ora solare.
La domenica suona anche alle 12.00

NB: Nel periodo invernale, con temperature prossime allo 0°, la Campana non verrà fatta suonare per evitare che si danneggi.

INFORMAZIONI BIGLIETTO:

  • intero: 4,00 euro ( + 18)
  • ridotto: 2,00 euro
    -     6-17 anni   -  invalido + accompagnatore  -  giornalisti
    -     religiosi      -  forze dell’ordine in borghese (con tesserino)
  • Ridotto: 3,00 euro
    -     tariffa a persona per almeno 20 adulti paganti
  • Gratuito:
    -     Forze dell’ordine in divisa  -  Autisti (autobus)
    -     Guide (autobus)             -  Operatori servizio civile
    -     Guest card trentino        -  Museum Pass
    -     Tessera I’mart               -  Insegnanti (2 per classe)
    -     Professional Aritst Card-AIAPI/UNESCO

 

MEDIA

Photogallery Videogallery

Progetti

 
 

Iscriviti alla Newsletter

Privacy e Termini di Utilizzo
                        

Back to Top