QUINDICESIMO CONGRESSO DEI RAGAZZI ALLA CAMPANA
Termine iscrizioni: 4 novembre 2010
Scarica:
Quindici edizioni, quindici anni. Migliaia sono i Ragazzi che, anno dopo anno, si sono dati convegno intorno alla Campana con le maestre, i maestri e i dirigenti scolastici per pensare alla pace, giocare, riflettere. 
 
L’Unità Didattica sottintesa al progetto funziona ancora, perché il Congresso appartiene alle scuole. Non un guizzo, una gitarella, e via; si va al Colle di Miravalle alla fine di un impegnativo percorso di ricerca e studio in classe durante l’insegnamento ordinario di storia e geografia, lingua e educazione all’arte e alla pittura. È la fatica del percorso che accomuna le sessanta classi. E poi piace incontrarsi a Rovereto per mostrare a tutti il lavoro di molti mesi, scambiarci impressioni, commenti, allegria, sole e pensieri di pace.
 
La pace e la guerra, la solidarietà internazionale, la giustizia saranno i temi trattati in classe, secondo le scelte didattiche e pedagogiche di ciascun docente, o gruppo di docenti. A Rovereto, come “oggetto finale” del percorso, la sua sintesi, si porteranno un messaggio e un quadro. Il messaggio sarà discusso da due rappresentanti per ciascuna delle sessanta classi, in gruppi guidati da docenti e allievi dell’Istituto psicopedagogico; il quadro sarà esposto fino al prossimo Congresso accanto alle bandiere delle ottantanove nazioni della Campana, in bella vista con copia dei messaggi per i visitatori.
 
In preparazione al Congresso, ciascuna classe partecipante dovrà produrre:
- un testo-messaggio scritto di un 50 parole avente per tema la pace, la fratellanza, l’incontro fra i popoli, secondo quanto è emerso dall’attività didattica. Può essere una poesia, una canzone, un messaggio, a scelta degli insegnanti e della classe stessa. Questo testo deve essere inviato alla Campana via e-mail oppure via fax ed essere, inoltre, allegato al quadro (ogni quadro sarà esposto con accanto il testo delle 50 parole); inoltre, in duplice copia, sarà affidato ai due rappresentanti di classe che partecipano al Congresso (se ne serviranno come supporto alla discussione);
- una pittura a tecnica libera (acrilico, guazzo, ecc. – tenendo presente, nella scelta dei colori, che le opere resteranno esposte per un anno all’esterno, intorno alla Campana) che si riferisca al testo scritto di cui sopra. Tale pittura, recante sul retro l’indicazione di scuola e classe, la dicitura “Congresso dei Ragazzi 2011” e la firma degli autori, dovrà occupare, senza margini, una tela di cm. 100x100 che viene fornita dalla Fondazione assieme ad una confezione di colori (per le scuole di altre Regioni Italiane, saranno presi accordi particolari, per evitare ingenti spese per gli spedizionieri). Sia le opere pittoriche, che i testi scritti dovranno essere completati entro sabato 2  aprile 2011. Da lunedì 4 aprile gli incaricati della Fondazione provvederanno a ritirarli presso le singole scuole e predisporne l’esposizione attorno alla Campana. I testi di 50 parole saranno stampati, plastificati ed esposti al pubblico insieme con il quadro a cura della Fondazione.
- l’Inno alla Gioia, da Beethoven, in tre lingue, di cui viene allegato lo spartito.  Sarà cantato da tutti i partecipanti a conclusione della manifestazione. 
 
L’iscrizione si effettua compilando e inviando la scheda di adesione, entro il 4 novembre 2010.
 
Il Congresso si terrà venerdì 6 maggio 2011, alla Campana di Rovereto, dalle ore 9.00 in poi.
Quel giorno ogni classe partirà dalla propria scuola fra le ore 6.30 alle ore 8.00, secondo un piano di viaggio che sarà comunicato dalla Campana ad aprile 2011. Tutte le classi partecipanti saranno raccolte presso la rispettiva scuola da autobus messi a disposizione gratuitamente dalla Fondazione e accompagnate al piazzale della Campana. Sono possibili, per le scuole trentine più distanti, partenze anticipate, ad orario da concordare con l’organizzazione. Le classi di altre regioni italiane saranno a Rovereto a proprie spese (a richiesta, possibile navetta gratuita dalla stazione ferroviaria).
Delegati al Congresso. 
Giunti al Colle di Miravalle, due ragazzi di ciascuna classe, precedentemente individuati dai propri docenti quali “delegati”, saranno chiamati a prendere parte al “Congresso dei Ragazzi” nella Sala Convegni. Qui saranno letti e discussi i testi di 50 parole portati con sé e sarà scritto un messaggio collettivo da inviare al Presidente della Repubblica. 
 
La presentazione delle pitture e dei testi. 
Mentre i delegati sono riuniti nella sala Convegni, tutti gli altri ragazzi, classe per classe presenteranno l’opera pittorica realizzata dalla propria classe.
 
Preparazione dell’azione scenica sul tema della Pace
Conclusa la presentazione dei quadri, tutti i ragazzi, guidati da un animatore, prepareranno un’azione scenica da eseguire alla fine della cerimonia intorno alla Campana.
 
La cerimonia conclusiva
Alle ore 11 circa, terminato il Congresso dei delegati e concluse le prove della drammatizzazione, inizia la cerimonia conclusiva. I ragazzi del Congresso leggeranno il loro messaggio finale al Presidente della Repubblica; canteremo l’Inno alla gioia nelle tre lingue; infine eseguiremo la drammatizzazione preparata precedentemente, accompagnati dai rintocchi della Campana.
 
L’Inno alla Gioia
Prima dell’azione scenica, tutti i ragazzi canteranno l’Inno alla Gioia, dalla IX Sinfonia di Beethoven. Lo spartito è allegato. I docenti sono pregati di preparare adeguatamente le classi.
 
Il viaggio di ritorno
Intorno alle ore 12, con il suono della Campana, si concluderà la manifestazione. Le classi potranno consumare il proprio pranzo al sacco nel Parco della Campana, quindi faranno ritorno alle loro scuole. 
 
Istruzioni dell’ultimo minuto 
A tutte le scuole partecipanti, verso i primi di aprile 2011, sarà inviata comunicazione email per confermare l’attivazione della manifestazione e il programma definitivo della mattinata e spiegare in dettaglio che cosa i ragazzi dovranno portare con sé per la drammatizzazione.
 
Il puntuale rispetto delle scadenze e degli orari è condizione necessaria per la buona riuscita della manifestazione: ci dovremo muovere abbastanza armoniosamente in millecinquecento! La manifestazione si svolgerà con qualsiasi condizione climatica.
 
Per proposte, richieste, informazioni…
… riguardo ai problemi organizzativi-logistici basta rivolgersi alla Campana dei Caduti di Rovereto, Morena Berti e Marco Ferrari, agli indirizzi sotto indicati. Il coordinamento pedagogico della manifestazione è tenuto presso il Centro di Formazione per gli insegnanti a Rovereto, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 
Fondazione Opera Campana dei Caduti
Colle di Miravalle - 38068  Rovereto,
Morena Berti e Marco Ferrari Tel.0464/434412, Fax.0464/434084 E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.