LA BIBLIOTECA DELLA PACE “MARIA DOLENS”

La Biblioteca della Pace “Maria Dolens” è situata accanto all’Archivio della Fondazione Opera Campana dei Caduti. La sua finalità è quella di fornire a studenti, docenti e ricercatori una documentazione bibliografica aggiornata e di alto rigore scientifico sui temi della pace, dello studio dei conflitti, della non violenza e dei diritti umani. Essa inoltre costituisce uno strumento di approfondimento e ricerca per le attività della Fondazione stessa, in modo particolare per le attività di formazione alla pace rivolte agli studenti.

La Biblioteca è aperta quotidianamente al pubblico e collabora con le altre biblioteche presenti sul territorio. Essa fa parte del Sistema Bibliotecario Trentino e il suo catalogo è consultabile on line attraverso il sito web del Catalogo Bibliografico Trentino. La Biblioteca della Pace “Maria Dolens” è in continua crescita: essa comprende attualmente più di 300 volumi in gran parte in lingua inglese.

È l’unica biblioteca regionale specializzata sui temi della pace e dello studio dei conflitti

È l’unica biblioteca regionale specializzata sui temi della pace e dello studio dei conflitti e rappresenta, con la sua ampia sala di lettura, un luogo ideale di ricerca e consultazione per studenti universitari che desiderano preparare tesi di laurea o di dottorato su questi argomenti. Essa inoltre si offre come punto di riferimento documentario per le attività dell’Università Internazionale delle Istituzioni dei popoli e della Pace, dell’Osservatorio sui Balcani, delle ONG e delle Associazioni impegnate sui temi della convivenza pacifica tra i popoli.

Le aree tematiche in cui sono raccolti i volumi della biblioteca coprono l’intero campo degli studi sulla pace in una prospettiva multidisciplinare. Esse riguardano la rappresentazione della pace e della guerra nei mass-media, la psicologia della pace e del conflitto, il ruolo delle religioni nel mantenimento della pace, il concetto di pace, guerra e nonviolenza nella filosofia politica, la storia, l’etologia e la sociologia della guerra, il background economico dei conflitti globali, le conseguenze ecologiche dei conflitti e le crisi internazionali intorno al controllo delle risorse naturali, la storia dei principali conflitti dell’età contemporanea con particolare risalto per il conflitto israelo-palestinese e le guerre dell’area balcanica.

La Biblioteca ha avviato rapporti di collaborazione e scambio di materiale librario con altre biblioteche e istituzioni, come l’Istituto Sturzo, la Fondazione Lelio Basso per i diritti e l’autodeterminazione dei popoli e il Tribunale permanente per i diritti dei popoli.

La biblioteca raccoglie anche CD, DVD e riviste in italiano e inglese pubblicati dagli Istituti di ricerca internazionali sulla pace. È messo a disposizione degli utenti un dossier con schede dedicate ai Dipartimenti universitari, alle Fondazioni, agli Istituti pubblici e privati di ricerca e ai Musei impegnati in tutto il mondo nella ricerca e nello studio dei conflitti e nella promozione della pace.