a. Laboratorio didattico 1

La pace e i conflitti
Gli incontri per le scuole elementari e medie si svolgeranno presso la sede della Fondazione Opera Campana dei Caduti, Colle Miravalle, 38068 Rovereto. Ogni incontro ha la durata di due ore, compresa la visita guidata alla Campana dei Caduti e della Pace.Il costo dell’incontro è di € 2 per studente.
Si prega di prenotare con almeno 2 settimane di anticipo.

b. Laboratorio didattico 2

I laboratori vengono tenuti dagli operatori del Museo della Guerra di Rovereto con il sostegno del personale della Fondazione.
In particolare i laboratori in collaborazione con il Museo della Guerra sono così strutturati:    

Lab. 1
Guerra e pace
La prima parte dell’attività (circa 2 ore) si svolge al Museo della Guerra. Nelle sale del Museo i ragazzi ricostruiscono l’esperienza dei soldati al fronte e analizzano le iniziative messe in atto dalle autorità militari, ma non solo, per costruire un consenso nei confronti della guerra (organizzazione di manifestazioni interventiste, raccolte di fondi, stampa e distribuzione di materiali di propaganda) e per limitare il dissenso (istituzione di tribunali militari, limitazioni della libertà civili).
Il percorso prosegue presso la Campana dei Caduti con un laboratorio didattico dedicato ai movimenti contro la guerra nei primi anni del Novecento e durante la Prima guerra mondiale. Si metteranno in luce le motivazioni e le circostanze storiche che spinsero gruppi e movimenti di diverso orientamento ideologico, politico e religioso a opporsi alla guerra, alla diffusione degli armamenti e alle politiche nazionaliste.
L’attività si conclude con la visita alla Campana dei Caduti, una riflessione sulla storia di questo importante simbolo e sul suo ruolo attuale all’interno di organismi internazionali finalizzati alla promozione della pace, come il Consiglio d’Europa e l’ONU.

Lab. 2
La Grande Guerra e la memoria del conflitto
La prima parte dell’attività si svolge al Museo della Guerra dove i ragazzi ricostruiscono l’esperienza dei soldati attraverso l’analisi di oggetti e fotografie. La visita alle sale è anche occasione per riflettere su come il Museo abbia rappresentato, nel corso degli anni, questa vicenda.
Il percorso prosegue presso la Campana dei Caduti con un laboratorio didattico dedicato alla costruzione della memoria pubblica della Grande Guerra negli anni ’20-’30. La memoria collettiva si costruì attorno a simboli di grande forza (il Milite Ignoto) e favorì l’affermarsi di un’immagine unitaria della nazione che aveva affrontato la tragedia del conflitto. Attraverso filmati e fotografie, si analizzano alcune delle principali iniziative promosse in Italia: la costruzione di monumenti, la trasformazione di cimiteri in sacrari, l’organizzazione di cerimonie celebrative. Dopo aver visitato la Campana dei Caduti,  riflettuto sulla storia di questo importante simbolo e sul suo ruolo attuale all’interno di organismi internazionali finalizzati alla promozione della pace, come il Consiglio d’Europa e l’ONU, il percorso si conclude presso il Sacrario militare di Rovereto.
Lo spostamento dalla Campana al Sacrario può avvenire attraverso il Sentiero “Camminando nella Pace”.


Visite guidate
Le visite guidate si tengono previo appuntamento telefonico o via e-mail. Il costo di ogni visita guidata è di € 2 per studente. L’ingresso per gli insegnanti è gratuito.


Contatti e prenotazioni
Per ogni richiesta di informazioni, per prenotare un incontro o una visita guidata è possibile rivolgersi al responsabile della sezione didattica dott. Martino Cornali, presso la
Fondazione Opera Campana dei Caduti,
Largo Padre Eusebio Iori,
Colle di Miravalle, 38068 Rovereto,
telefono: 0464/434412,
fax: 0464/434084,
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.