LABORATORIO DIDATTICO “LA PACE E I CONFLITTI”
La Fondazione Opera Campana dei Caduti propone presso la propria sede sul Colle di Miravalle degli incontri indirizzati agli alunni degli ultimi tre anni di scuola elementare e delle scuole medie inferiori. Ogni incontro, della durata di due ore comprensive della visita alla Campana e calibrato sull’età e sulle esigenze dei bambini/e e ragazzi/e, è caratterizzato da una forte interattività e mira a far emergere attraverso il dialogo, il gioco didattico, il lavoro di gruppo, l’analisi di immagini, storie, situazioni e testimonianze di vita concreta, la pluralità delle manifestazioni della violenza e quindi la complessità della pace, a valorizzare gli aspetti positivi del conflitto e della differenza e a introdurre il concetto di pace come risoluzione nonviolenta e creativa dei conflitti. Per gli alunni degli ultimi tre anni di scuola elementare in particolare, si adotterà un approccio che attraverso la narrazione di storie e giochi didattici stimoli particolarmente l’immaginazione.

Ogni incontro prenderà le mosse dalla concreta esperienza quotidiana dei bambini e delle bambine, valorizzando la loro esperienza come “esperti naturali” di conflitti, aiutandoli a portare a coscienza i fattori che producono il conflitto tra coetanei o con il mondo adulto, le differenti attitudini: violenza, indifferenza, cooperazione che esso genera, il rapporto con la propria identità nascente come fonte di chiusura o potenzialità di incontro e riconoscimento dell’altro. Attraverso due giochi didattici in cui la classe verrà chiamata a impersonare il mondo con tutte le sue differenze linguistiche, religiose e sociali, e in cui con un lavoro di immaginazione si cercherà di immaginare la vita dell’ultimo uomo sulla terra verranno fatti emergere il significato imprescindibile del rapporto con l’altro, la differenza come minaccia o come occasione di scoprire insieme tutte le sfaccettature della verità, la possibilità di riconoscersi e costruire la propria identità solo rispecchiandosi nello sguardo di chi è diverso da noi.
La narrazione attraverso documenti della vita e dell’opera di Gandhi e brevi pensieri di testimoni passati e presenti della nonviolenza, della giustizia e della riconciliazione (Martin Luther King, Anne Frank, Etty Hillesum, Wangari Maathai etc.) permetteranno di presentare in modo dinamico e avvincente la pratica della nonviolenza e la sua possibilità di essere alternativa concreta e praticabile nella vita quotidiana e nei rapporti interpersonali.

Al termine dell’incontro verrà fornita agli alunni una cronologia di eventi e persone che nel corso dei secoli si sono distinti per azioni di pace. E’ un abbozzo di storia alternativa che vuole costituire per i bambini uno stimolo a continuare anche dopo l’incontro, da soli o con l’aiuto degli insegnanti, la ricerca, la curiosità e la scoperta su questi temi.