La voce di Maria Dolens

“Ciò che è vero al di qua dei Pirenei non è spesso più vero al di là”. Lo diceva Pascal commentando l'uso di dividere gli Stati con linee immaginarie. «Si può dar cosa più spassevole di questa: che un uomo abbia il diritto di ammazzarmi solo perché abita sull'altra riva del fiume e il suo sovrano è in lite con il mio, sebbene io non lo sia con lui?». Una riflessione aspra sul ruolo del confine, quell'oggetto misterioso che nel contempo ci separa e ci unisce, e che di fronte all'emergenza di questi giorni appare ininfluente. Poi ci sono le stirpi senza terra, che proprio per questo spesso vengono dimenticate. Non dalla Campana però, che dieci anni fa ha accolto la bandiera di Rom e Sinti, che non hanno un territorio ma hanno una lunga storia. Non ci sono molti luoghi dove sventola il vessillo “di un popolo da sempre in movimento, i cui membri sono divisi da grandi distanze, eppure orgogliosi di riconoscersi in un’unica bandiera”, come disse in quell'occasione il reggente Alberto Robol. È più facile affidarsi al confine, che ci da sicurezza, ci aiuta a capire dove finiamo “noi” e cominciano “loro”, ci definisce, ci dice chi siamo, ed eventualmente ci da la possibilità di sparare a qualcuno che vive dall'altra parte del fiume. Non dal Colle di Miravalle però. Orecchie aperte alle 21.30.

Marcello Filotei

5 Aprile 2020

Leggi tutti i numeri

Domenica ore 10.30

L’inviato speciale delle Nazioni Unite Staffan De Mistura terrà una conferenza in occasione del 75° anniversario delle Nazioni Unite dal titolo “Dalla città all’Onu costruire la Pace”. Interverranno anche il Reggente della Fondazione Campana dei Caduti e il Presidente di Ipsia del Trentino.

 L’invito è stato rivolto anche al Presidente della Provincia autonoma di Trento Maurizio Fugatti e al Sindaco di Rovereto Francesco Valduga.
Il diplomatico italiano e svedese sarà accompagnato da Roberto Savio già vincitore del premio per la pace di Hiroshima per il suo “contributo alla costruzione di un secolo di pace”.

All’incontro pubblico è invitata la cittadinanza che potrà interagire con uno dei più grandi personaggi contemporanei che hanno lavorato sia nelle istituzioni governative che non governative per la pace nel mondo.

Sarà il primo appuntamento dell’anno per celebrare le Nazioni Unire che più di tutte le istituzioni mondiali favorisce la cultura di pace come la Fondazione Campana che per statuto deve impegnarsi a promuovere attività  volte a diffondere la pace nel mondo.

Filo conduttore sarà quello di aprire una riflessione sulle tematiche che anche l’ONU a partire da gennaio 2020 proporrà in occasione del suo 75° anniversario, avviando dialoghi in tutti gli ambienti con l'obiettivo di raggiungere quante più persone possibile, ascoltare le loro speranze e paure; apprendono dalle loro idee ed esperienze. Affrontare questioni come la crisi climatica, la disuguaglianza, i nuovi modelli di violenza e i principali cambiamenti nella popolazione e nella tecnologia al fine di raggiungere gli Obiettivi di sviluppo sostenibile. La visione condivisa per il futuro richiederà la cooperazione attraverso i confini, i settori e le generazioni. Il dialogo e l'azione - su questioni globali - non potrebbe essere più urgente. Attraverso queste conversazioni, le Nazioni Unite mirano a costruire una visione globale del mondo di domani.

 

 

 

 

Iscriviti alla nostra newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Orari e Info

FONDAZIONE OPERA CAMPANA DEI CADUTI

Colle di Miravalle - 38068 Rovereto
Telefono: (0039) 0464.434412 - (0039) 0464.434394
Fax:(0039) 0464.434084
E-mail: info@fondazioneoperacampana.it

Orario di visita continuato tutti i giorni:

Da novembre a febbraio: 9.00 - 16.30
Marzo e ottobre: 9.00 - 18.00
Da aprile a settembre: 9.00 - 19.00
Pasqua e Pasquetta aperto

Apertura serale: dal 16 giugno al 15 settembre per assistere al suono:  21.00-22.00

25 dicembre e 1 gennaio la Campana è chiusa al pubblico. Nei mesi invernali, in caso di condizioni meteo particolarmente avverse, telefonare per verificare l'apertura del museo.

Ultimo biglietto d'entrata mezz'ora prima della chiusura.

La Campana suona ogni giorno:

alle ore 21.30 con ora legale, alle 20.30 con ora solare.
La domenica suona anche alle 12.00

NB: Nel periodo invernale, con temperature prossime allo 0°, la Campana non verrà fatta suonare per evitare che si danneggi.

 

INFORMAZIONI BIGLIETTO:

  • intero: 4,00 euro ( + 18)
  • ridotto: 2,00 euro
    -     6-17 anni   -  invalido + accompagnatore  -  giornalisti
    -     religiosi      -  forze dell’ordine in borghese (con tesserino)
  • Ridotto: 3,00 euro
    -     tariffa a persona per almeno 20 adulti paganti
  • Gratuito:
    -     Forze dell’ordine in divisa  -  Autisti (autobus)
    -     Guide (autobus)             -  Operatori servizio civile
    -     Guest card trentino        -  Museum Pass
    -     Tessera I’mart               -  Insegnanti (2 per classe)
    -     Professional Aritst Card-AIAPI/UNESCO

 

 

MEDIA

Photogallery Videogallery

Progetti

                        

Back to Top