La voce di Maria Dolens

Per offrire uno spazio di riflessione in questo periodo del tutto straordinario che stiamo vivendo, la Fondazione Opera Campana dei Caduti di Rovereto ha chiesto a Marcello Filotei, giornalista de "L'Osservatore Romano", di scrivere ogni giorno un breve articolo che prendendo spunto dall'attualità richiami l'importanza dei valori ai quali si ispira l'attività della Fondazione. La rubrica si intitola "La voce di Maria Dolens" e viene pubblicata sul quotidiano "L'Adige" nelle pagine di Rovereto.


Le guerre partono tutte con grandi ideali, poi diventano materia. Nel Dottor Živago c'è Strel’nikov che possiede «in misura rara purezza morale e senso della giustizia». Va al fronte con le migliori intenzioni, ma «alla sua coerenza di principi mancava l’incoerenza del cuore, che non conosce casi generali, ma solo il particolare, ed è grande perché agisce nella sfera del piccolo». Finisce a fucilare le persone. Boris Pasternak non piaceva ai sovietici, perché aveva scritto un romanzo d’amore, ambientato durante la rivoluzione del 1917, in cui il protagonista rivendica il diritto alla vita privata e misura la distanza tra gli ideali del conflitto e i morti in strada. Il 30 maggio del 1960 il poeta morì tra gli insulti dei quotidiani locali. Gli rimproveravano di avere ricevuto il Nobel. Aveva rinunciato al premio, ma non era bastato. Fecero di tutto per nascondere il luogo del funerale, ma al cimitero di Peredelkino arrivarono in molti. Gli agenti insistevano perché si sloggiasse in fretta. Qualcuno si fermò a leggere poesie. «È successo più volte nella storia. Quello che era stato concepito in modo nobile e alto, è diventato rozza materia». Orecchie aperte alle 21.30.

30 Maggio 2020

Leggi tutti i numeri

Ore 18.00, Sala degli Specchi di Casa Rosmini - Rovereto

Presentazione del romanzo di Marcello Filotei "L’ultima estate. Memorie di un mondo che non c’è più" con la prefazione di Papa Francesco (Ascoli Piceno, Fas Editore, 2019), un racconto tra memoria e storia incentrato su Pescara del Tronto, la frazione del Comune di Arquata del Tronto completamente rasa al suolo dal sisma del 2016.

 
Alla manifestazione, organizzata dalla Fondazione Opera Campana dei Caduti, prenderanno parte il Reggente Alberto Robol, il Presidente della Provincia Autonoma di Trento, Maurizio Fugatti, il Dirigente Generale del Dipartimento Protezione Civile, Gianfranco Cesarini Sforza e l'autore. L'attore Bruno Vanzo leggerà alcuni stralci del romanzo.

Il libro è arricchito dalla prefazione di Papa Francesco che, dopo avere visitato Pescara del Tronto nei giorni successivi alla tragedia, ha voluto esprimere la sua vicinanza alle popolazioni locali sottolienando che "fare memoria non significa coltivare la nostalgia di quel che è stato, non significa chiudersi nella tristezza e nella paura. Nella storia che continua c’è, accanto alla nostalgia, una speranza di futuro. C’è lo sguardo in avanti che si nutre di una memoria che non è mai rassegnata".

L'incontro sarà anche un'occasione per parlare dello stato dell'intervento pubblico nei luoghi distrutti dal terremoto, delle prospettive della ricostruzione, delle condizioni di vita delle popolazioni che hanno deciso di non abbandonare le zone devastate dal sisma e del sostegno che a queste popolazioni è stato dato dalla Protezione Civile del Trentino.

Iscriviti alla nostra newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Orari e Info

FONDAZIONE OPERA CAMPANA DEI CADUTI

Colle di Miravalle - 38068 Rovereto
Telefono: (0039) 0464.434412 - (0039) 0464.434394
Fax:(0039) 0464.434084
E-mail: info@fondazioneoperacampana.it

Orario di visita continuato tutti i giorni:

Dal 2 al 15 giugno 2020:  dalle ore 10.00 alle 17.30

Non è obbligatoria la prenotazione, ma potranno verificarsi dei tempi di attesa causa contingentamento dei visitatori.

Prezzo del biglietto per tutto il mese di giugno: 1 euro

Ultimo biglietto d'entrata mezz'ora prima della chiusura.

La Campana suona ogni giorno:

alle ore 21.30 con ora legale, alle 20.30 con ora solare.
La domenica suona anche alle 12.00

NB: Nel periodo invernale, con temperature prossime allo 0°, la Campana non verrà fatta suonare per evitare che si danneggi.

 

 

MEDIA

Photogallery Videogallery

Progetti

                        

Back to Top