• Fai click sull'immagine per partecipare

Nell'obiettivo 5 Agenda 2030 UNRIC pone l'attenzione sul diritto fondamentale della parità di genere, e specifica:

" La parità di genere non è solo un diritto umano fondamentale, ma la condizione necessaria per un mondo prospero, sostenibile e in pace."

Dopo aver affrontato tanti temi importanti e urgenti, nel 2020 si chiede alle Artiste e agli Artisti di tutto il mondo di concentrare l'attenzione su questo tema, così urgente e così vitale da risultare perfino assurdo: in un mondo equo non si dovrebbe nemmeno porre il problema! Eppure la questione è sempre evidentissima, in qualsiasi parte del mondo, dove le donne vengono troppo spesso relegate a ruoli stabiliti in altre epoche, in altre forme sociali, in altri contesti storici.

Garantire alle donne e alle ragazze parità di accesso all'istruzione, alle cure mediche, a un lavoro dignitoso, così come la rappresentanza nei processi decisionali, politici ed economici, promuoverà economie sostenibili, di cui potranno beneficiare le società e l'umanità intera.

Sia gli uomini che le donne devono lottare per la parità di genere, perché da questo, molto più che da molti altri fattori, dipende una società sana ed equa, che sa riconoscere a tutti e a tutte ciò che in maniera individuale sanno rappresentare, a prescindere dal sesso di appartenenza.

Parlare della parità di genere significa parlare della società stessa, della sua costruzione presente e futura, mantenendo uno sguardo sul passato, così da non dimenticare quali e quante discriminazioni e violenze le donne abbiano subito sempre.

Il futuro sarà sempre più determinato dalle donne e dalle bambine. Per troppo tempo la donna è stata relegata in una posizione secondaria, pur avendo dovuto lavorare come e più dell'uomo per essere riconosciuta 'degna' del proprio ruolo.

E, in effetti, se gli uomini avessero saputo salvare il mondo, non lo avrebbero già fatto? Quindi se l'uomo, da solo, non può salvare il mondo, forse può farlo con la donna, in un contesto sinergico di parità assoluta che inspiegabilmente non si è ancora raggiunto.

In occasione del 75° anniversario dell'ONU si coglie l'occasione di occuparci di uno dei temi più sentiti dalle Nazioni Unite, creando un circolo virtuoso tra Fondazione (detta la piccola ONU), ONU, UNRIC e l'arte.

Alle Artiste e agli Artisti di tutto il mondo la parola sulle donne."

Iscriviti alla nostra newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Orari e Info

FONDAZIONE OPERA CAMPANA DEI CADUTI

Colle di Miravalle - 38068 Rovereto
Telefono: (0039) 0464.434412 - (0039) 0464.434394
Fax:(0039) 0464.434084
E-mail: info@fondazioneoperacampana.it

Orario di visita continuato tutti i giorni:

Da novembre a febbraio: 9.00 - 16.30
Marzo e ottobre: 9.00 - 18.00
Da aprile a settembre: 9.00 - 19.00
Pasqua e Pasquetta aperto

Apertura serale: dal 15 giugno al 15 settembre 21.00-22.00 per assistere al suono della Campana delle 21.30


Ultimo biglietto d'entrata mezz'ora prima della chiusura.

La Campana suona ogni giorno:

alle ore 21.30 con ora legale, alle 20.30 con ora solare.
La domenica suona anche alle 12.00

NB: Nel periodo invernale, con temperature prossime allo 0°, la Campana non verrà fatta suonare per evitare che si danneggi.

INFORMAZIONI BIGLIETTO:

La visita può variare dai 30 ai 60 minuti circa, a seconda delle preferenze dei visitatori e comprende:

  • Visione di un filmato in cui si ripercorre la storia di Maria Dolens (durata: 18 minuti)
  • Mostra permanente “Il mondo alla Campana”
  • Accesso all’area monumentale della Campana attraverso il viale delle Bandiere
  • Accesso Al Tunnel della Memoria.

I visitatori possono muoversi liberamente, senza obbligo di guida. La visita guidata è disponibile su richiesta e prenotazione.

Il biglietto di ingresso costa 4€ per gli adulti, 2€ per i ragazzi dai 6 ai 18 anni, ingresso gratuito per i bambini al di sotto dei 6 anni, per i gruppi superiori alle 20 persone il costo del biglietto è 3€ a persona, capogruppo e autista gratuiti.
Nel caso di visita guidata, si richiedono 2€ aggiuntivi per persona: totale 6€ per gli adulti, 4€ per i ragazzi dai 6 ai 18 anni. Entrata gratuita per il capogruppo e per l’autista.

Nel caso scegliate di visitare la Campana dei Caduti in autonomia, non è richiesta alcuna prenotazione.
Se, invece, voleste richiedere una visita guidata, vi chiediamo di contattarci per valutare la disponibilità dei nostri operatori.

MEDIA

Photogallery Videogallery

Progetti

                        

Back to Top