INAUGURATA LA MOSTRA SU MARIA DOLENS A SAN MARINO

«Non esistono ruoli piccoli, esistono piccoli attori». Konstantin Sergeevič Stanislavskij, autore del metodo tra i più citati e meno applicati a teatro, aveva le idee chiare. Certo ogni rappresentazione ha i suoi protagonisti, ma senza i “personaggi secondari” le storie non vanno avanti. E in quella grande rappresentazione all’aperto che è il mondo, dove ognuno cerca di ricoprire un ruolo principale, non sempre ricevendo una standing ovation, c’è un piccolo Paese che non è un Paese piccolo, perché ha fatto della Pace un suo punto di riferimento, da sempre.

Forse anche per questo, prima di entrare nel Consiglio d’Europa e nelle Nazioni Unite, San Marino ha aderito al Memorandum di Pace della Campana dei Caduti. Lo ha ricordato l’ambasciatore d’Italia presso la Serenissima Repubblica, Sergio Mercuri, durante l’inaugurazione della mostra che si è aperta il 7 maggio presso la sede dell’Ambasciata e che porta il messaggio di Maria Dolens anche a quelle latitudini. «La Campana è particolarmente vicina alla storia del rafforzamento dell’identità internazionale di San Marino», ha detto Mercuri, ricordando che la firma risale al 5 maggio 1960, in un momento in cui San Marino era completamente isolato dal punto di vista internazionale e anche i rapporti con l’Italia erano difficili, l’Accordo di buon vicinato sarà firmato solo nel 1971.

Gli ha fatto eco l’ambasciatrice Maria Giovanna Fadiga, filologa classica e umanistica, molto attiva nella promozione della cultura italiana all’estero, che ha sottolineato come sia stato rinvenuto «un faldone dedicato proprio alla convenzione della Campana dei Caduti, il cui primo documento è a firma del Segretario per gli Affari Esteri d’allora, Federico Bigi». Da quella richiesta, ha aggiunto, «è nato un legame documentato in tutti i suoi passaggi, che dimostra ancora una volta come San Marino abbia un’apertura internazionale anche attraverso iniziative di alto valore etico».

La mostra, inaugurata in occasione della novantatreesima Adunata degli Alpini a Rimini e San Marino, è aperta fino al 19 giugno.